L’empatia

Il problema è questo: come posso io percepire qualcun altro?

E cos’è l’empatia?

L’empatia è ciò che ci porta dal proprio vissuto a quello di un altro.

La via empatica è una forma intenzionale di percezione e la capacità di mettersi nei panni dell’altro è uno strumento che ci consente di percepire la risonanza e la concordanza con il benessere umano in quanto tale

Questa capacità tutti sanno che esiste: se non esistesse fra l’altro non esisterebbe nemmeno il teatro.

L’ empatia è fondamentale per capire qualcosa degli esseri umani, cioè per capire chi è il soggetto che ho davanti: mettersi nei panni degli altri è necessario possibilità di stare dentro un contesto vivo, non unidirezionale, perché gli altri sono come me.

E ‘fondamentale per la qualità della vita , che è dato anche dalla qualità delle interazioni con gli altri, e le interazioni con gli altri sono prive di vita e di qualità, come spesso accade, è come se artisticamente fossero scarabocchi invece che quadri.

Entrare in empatia con gli altri significa fondamentalmente esserci, essere presenti , e sentire cosa succede emozionalmente dentro di te, quando gli altri scambiano emozionalmente qualcosa di importante per loro.

Nel consiglio la narrazione del cliente fa un effetto sul consulente e guarda in contatto con questo effetto serve ad immaginare l’altro, serve molto lontano prima che siano modi per avvicinare l’altro e rimanere presenti in contatto

E ‘più interessante dire: “non so cosa dirti, ma ci sono” piuttosto che dovere dare soluzioni / risposte, o peggio ancora riportare l’attenzione su se stessi, raccontando qualcosa di simile che ci è accaduto

Quando succede qualcosa di buono tra le persone è interessante, affascinante, è una meraviglia: ricompensa immediatamente, non serve per un paradiso futuro, è qualcosa che soddisfa subito .

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Learn more